domenica 25 dicembre 2011

FIOCCHI DI NEVE FRA I CAPELLI



"......i vecchi che non sono mai cresciuti

i vecchi anima bianca di calce in controluce

occhi annacquati

dalla pioggia della vita....."


Così canta Baglioni in una dolce canzone. Oggi è Natale e sarà perchè la malinconia fa capolino, sarà perchè da qualche giorno sono "infortunata", sento un pò di più il peso degli anni e soprattutto delle ossa.



Tocca invecchiare anche a me, ogni tanto mi viene in mente....è normale ma desidererei farlo in modo da avere sempre il cervello a posto.

Non vorrei sclerare o far impazzire nessuno. I miei capelli si tingeranno di neve, ma saranno i fiocchi dell'esperienza, forse per camminare avrò bisogno di un bastone e fose non avrò + i riflessi pronti per guidare, ma continuerò a leggere, a imparare, a scrivere, cantare, cucinare e fare tante altre cose che faccio oggi


Annina dice spesso che nella vita è sempre meglio avere tanti ricordi che in vecchiaia faranno compagnia, ma non bisogna conservare rimpianti, questi sono da cestinare e buttare via, perchè altrimenti si invecchia prima e male.

Io ne ho tanti di bei ricordi, valige piene.

I vecchi , specie i nonni di solito sono saggi, sono la biblioteca della vita , insegnano a chi sa ascoltarli anche quando non occorre che parlino.


La loro conoscenza è da tramandare nel futuro e noi dobbiamo farne buon uso.

I miei nonni sono volati via da tantissimo tempo, ho conosciuto solo le nonne ma ero troppo piccola e non ho ricordi vivi.



Ho l'immagine di nonna Assunta friulana d.o.c., mentre spela una gallina nel cortile, alta magrissima, sempre vestita di nero con un foulard in testa e nonna Maria mentre prepara i brasadè biscotti tipici pavesi.

Avevo tredici anni e scappavo la notte quando lei dormiva per andare al bar insieme ai miei amici a sentire il juke box.....

Ho nel cuore la nonna di Massimo, nonna Margherita, splendida donna che preparava i pinzin, che raccontava della guerra, che sferruzzava una coperta di mille colori e le babbucce bianche che conservo ancora....


Guardo la foto della nonna di Max, grande caro amico e ho una stretta al cuore, ha una voce da teenager e mi ricorda tanto la mia mamma.

Forse un giorno anch'io cucinerò per i miei nipoti le lasagne, o chissà quali leccornie... "i vecchi che non sono mai cresciuti..", sempre bambini in fondo al cuore ma con ancora negli occhi la voglia della vita.



Splendita nonna Dolores, ti auguro lunga vita e tanto amore!!!

**

domenica 18 dicembre 2011

Manca poco.


Pochi giorni a Natale.

Pochi giorni al 23.

Un anno fa Stefano toccava il suolo australiano. L'aria fuori è fresca,il mio albero luccica e brilla, Massimo si è appisolato sul divano ed io ho appena spento il forno dove ho cotto una bellissima e spero buona torta di mele.

La casa è silenziosa ma parlano tacitamente tutti i bigliettini di Stefano appesi in cucina e nella sua cameretta.

Ci manca. Inutile far finta di niente. Ma saperlo contento, realizzato e felice, compensa un pochino la sua assenza fisica. Lui è SEMPRE con noi anche così lontano.

Avrei voluto mandargli un pacchetto dono con dentro un regalo, ma non voglio toccare le corde della sua sensibilità, potrebbe rattristarsi avere nostalgia e questo non gli farebbe bene.

Natale è sempre un periodo che vorrei passasse presto come una folata di vento.

Caro Gesù Bambino, non desidero niente di particolare quest'anno, sono una donna con pochi desideri, l'unica cosa che ti chiedo è di non farci mancare la salute, i sogni, l'amore e la speranza.

Speranza che il clima creatosi in questo mondo, possa diventare più mite, che i problemi possano risolversi, che la gente, i politici, lo stato, usino un pò più il cervello perchè da qualche parte è nascosto e forse se riusciranno a trovarlo, che pensino davvero al bene della gente.

Vorrei che tornassero in auge i veri valori dimenticati, la famiglia, il senso del dovere, la bontà, le piccole cose che possono dare felicità, la semplicità di una carezza e di tre parole ormai in disuso - ti voglio bene -.

Forse è troppo quello che chiedo, ma sono una persona semplice e le intenzioni sono buone.

Chi mi conosce lo sa bene. Buone feste a tutti .

martedì 6 dicembre 2011

Il mistero di Natale

La luce guardò il mondo
e vide il buio
"Là voglio andare"
disse la Luce.

La pace guardò in basso
e vide la guerra:
"Là voglio andare"
disse la Pace.

L' Amore guardò in basso
e vide l' egoismo:
"Là voglio andare?
disse l' Amore.

Così apparve la Luce
e risplendette;
così apparve la Pace,
e offrì riposo;
così apparve l' Amore
e portò la vita.

(L. Housman)

domenica 4 dicembre 2011

La strada dei pensieri

Non lo so se abbiamo ognuno il suo destino
o se siamo tutti trasportati in giro per caso
come da una brezza,
ma io credo, può darsi le due cose,
forse le due cose capitano nello stesso momento.

( Forrest Gump )


I pensieri camminano piano nel dormiveglia, per riposare
durante il sonno; ogni tanto qualcuno spicca un salto e
diventa un sogno per urlare nel silenzio della notte tra
il cuscino e la mente.

Apro gli occhi, è mattina e stanno già ingranando le marce
per continuare la folle corsa della vita, veloci, senza dare
respiro e ho il "motore" ai giri massimi, tutto il giorno.

Sarei anche un pò stanca e vorrei spegnerli come si fa con
la radio, o per lo meno abbassarne il volume...

La mia vita è il mio destino, ma vorrei mettere le energie
a riposare, camminare in prima per qualche metro...

Ma quanto è lunga la strada da fare....ma finchè ho il pieno
di benzina vado avanti...

In questi giorni mi manca Stefano + che mai chissà, è come se
avendolo rivisto dopo dieci mesi, dopo la sua partenza il 1°
novembre, è rimasto un vuoto che davvero non riesco a riempire
con nulla.

Sono serena perchè so che sta bene che si sta realizzando che è
contento, però mi sento monca. A volte io e Massimo a tavola
lasciamo parlare e cantare la radio accesa e cerchiamo di leggerci i
pensieri. Ci abbracciamo più spesso, condividiamo molto più di
prima i momenti insieme, e aspettiamo che arrivi il nuovo anno
per poter programmare un viaggio da lui così lontano.

Un figlio è davvero una cosa diversa, un amore unico. Entro
nella sua camera e sfioro le sue cose, i suoi libri i suoi dischi
e cd, le sue foto, il suo Mac....

L'altra notte ho sognato che l'avevo in braccio, piccolo piccolo
con la sua tutina rossa da Scaramacai, che sgambettava...

............

Consigli per la mente, gli occhi, il cuore

  • IL PICCOLO AVIATORE - Andrea Scanzi
  • IO & MARLEY - John Grogan
  • IO SPERIAMO CHE ME LA CAVO - Marcello D'orta
  • L'ONDA PERFETTA - Sergio Bambaren
  • LA BIBBIA
  • LA PROFEZIA DI CELESTINO - James Redfield
  • MESSAGGI DAI MAESTRI - Brian Weiss
  • NEL FUOCO - Nicholas Evans
  • RITROVARSI - Rosemary Altea
  • SE SOLO FOSSE VERO - Marc Levy
  • STORYTELLERS - Paola Maugeri, Luca De Gennaro
  • UN'ALTRA OCCASIONE PER VIVERE - Ken Grimwood