martedì 28 dicembre 2010

TI HO VISTO ....IN TV!!

Ci siam parlati ieri sera via Skype e Ciro ha messo in bacheca il video dei tuoi saluti agli ex colleghi Mondadori. Così sei più “reperibile” ad ogni ora.

Bella Stefano!! Ho visto le foto che hai messo su Fbook, il posto è davvero un altro mondo, sembrano casette colorate costruite con il lego e i tram non hanno niente a che vedere con quelli della vecchia Milano…sono molto più belli e caratteristici


Il viaggio per arrivare fin lì è stato un po’ travagliato tra il tempo e tutto il resto e poi, sapere che sei quasi un giorno avanti, mi destabilizza un po’.

Ci manchi Ste, però siamo contenti di come la stai vivendo tu e spero vada tutto bene. Mi conforta sapere che ti sei subito ambientato e la gente lì è molto disponibile e gentile, cosa che da noi è diventata un optional....

Anche papo è un po’ più rilassato. Sono stati duri i primi giorni, tutti chiedono di te,…Ho fatto un po’ d’ ordine in camera tua, stirato la tua biancheria,, coperto il tuo Mchintosh….mi mancano i tuoi scherzi e il bisogno di abbracciarti è forte, ma mi tengo impegnata con le cose da fare a casa, così lo sento meno.

Ho messo le lancette dell’orologio in camera tua con l’ora di Melbourne, così è un modo per averti vicino, mi dà l’illusione di condividere con te il fattore tempo.

Un bacio grande da mami e papo.

venerdì 17 dicembre 2010

ARRIVEDERCI STEFANO






Ciao Stefano,

domani prenderai il volo come un uccellino che lascia il nido….ti penso e sorrido.

Sei sempre nel cuore mio e di papà. L’amore per te continuerà anche là, dall’altra parte del mondo, ogni giorno il nostro pensiero sarà rivolto a te, accompagnerà i tuoi passi.

Devo trovare le parole giuste per scriverti una letterina senza emozionarmi .


Ti abbiamo osservato tanto in questi giorni, abbiamo toccato con mano il tuo nervosismo, la tua tensione, penso sia normale, il fatto che proseguirai la tua vita su un altro binario così lontano... ecco forse è un pò più difficile realizzare che succederà davvero domani.


Noi siamo contenti per la scelta che hai fatto, è giusto esplorare oltre i confini e cercare nuovi orizzonti, nuove prospettive.


Ti vedo un po’ come l’omino delle fiabe che mi raccontava il nonno Ettore quand’ero piccola “ C’era una volta Giovannin Pipetta, che andava in cerca di fortuna…” ora io e papà possiamo accompagnarti solo con il pensiero vorrei però suggerirti di non perdere mai il tuo spirito a volte un po’ bambino..e ti auguriamo di realizzare i tuoi sogni, saranno il motore della tua esistenza, il gusto e il profumo delle tue mattine.

Certo ci mancherai…ci mancherà il disordine nella tua camera, la tua musica, la tua presenza, i tuoi scherzi, le tue risate, i tuoi rumori nella casa, i tuoi tabagise…ma sarai sempre con noi, invisibile, lontano e vicino allo stesso tempo.

Ti auguriamo di ottenere tanto dalla tua vita, lo meriti e speriamo che quando avrai la felicità ai tuoi piedi, tu possa chinarti per prenderla tra le braccia e custodirla....nulla è impossibile, tutto lo è….è solo una questione di tempo, il tempo di comprendere in che modo sia possibile.

Sei nel nostro cuore, ma hai visto oltre agli zii, anche i nostri amici oltre ai tuoi, ti accompagneranno con il pensiero …quanta gente ti vuole bene Stefano, per come sei tu : VERO. Tutto questo amore sarà il tuo bagaglio virtuale/reale che ti accompagnerà e spero ti proteggerà.

Arrivederci Stefano, non so se farai un salto sul blog prima di partire, non so se leggerai queste righe, oggi sei troppo in fibrillazione per domani. Questo scritto serve forse più a me, per realizzare la cosa o chissà…sono un po’ frastornata e mi ci vorrà un po’ per riprendermi ma sono certa che tutto l’amore che ti circonda, il nostro, quello dei parenti, cugini, amici vicini e lontani, sarà una carezza che non ti mancherà mai e che ti arriverà anche a tantissimi chilometri di distanza.

Ciao AMORE GRANDE da Papo e Mami

------

E una donna che reggeva un bimbo al seno disse,
Parlaci dei Figli.


E lui disse:
I vostri figli non sono figli vostri.
Sono i figli e le figlie della brama che la Vita ha di se stessa.
Essi vengono attraverso voi ma non da voi,
e sebbene siano con voi
non vi appartengono.


Potete donare loro il vostro amore
ma non i vostri pensieri.
Poiché hanno pensieri loro propri.


Potete dare rifugio ai loro corpi ma non alle loro anime,
giacchè le loro anime albergano nella casa di domani,
che voi non potete visitare neppure in sogno.
Potete tentare d’esser come loro, ma non di renderli come voi siete.
Giacchè la vita non indietreggia nè s’attarda sul passato.


VOI SIETE GLI ARCHI DAI QUALI I VOSTRI FIGLI ,
VIVENTI FRECCE,
SONO SCOCCATI INNANZI.


L’Arciere vede il bersaglio sul sentiero dell’infinito,
e vi tende con la sua potenza affinchè le sue frecce possano
andare veloci e lontano.


Sia gioioso il vostro tendervi nella mano dell’Arciere;
poiché se ama il dardo sfrecciante,
così ama l’arco che saldo rimane.


K. Gibran


giovedì 16 dicembre 2010

DIVISI MA SEMPRE UNITI


Stefano ci ha regalato una digitale.
Subito ecco un nostro autoscatto, in cucina dopo cena, l’altra sera .
Quanto ci mancheranno le nostre discussioni, i nostri scherzi .

Ma voglio stampare nella memoria e negli occhi i nostri sorrisi, nel cuore i nostri abbracci…Ho il portafoglio pieno di bigliettini affettuosi...

Non voglio pensare a sabato all’aeroporto. Vorrei tanto essere forte e dare il divieto di transito al magone che ho dentro. In questi giorni mi sento particolarmente fragile accidenti, non mi piaccio; non evo farmi vedere così.

Sono felice per lui, spero tanto che riesca a fare le esperienze che desidera, a realizzare tutti i sogni, le aspettative che ha; a noi mancherà la parte destra del nostro cuore, del nostro corpo, ma saremo insieme con lo spirito e tutto l’amore che possiamo dare a questo nostro grande, bravo figlio.
Ma caspita...Melbourne è dall'altra parte del mondo....
***

martedì 7 dicembre 2010

COME ERAVAMO

Eccoci, come eravamo...quando ti capita tra le mani una vecchia foto, si azzuffano i ricordi nella mente.

Un pò di chili fa entrambi.

Che bei ricordi e quanta nostalgia!

Ma siamo sempre noi e in fin dei conti l'età è solo un numero sui documenti, anche se a volte si fa sentire con qualche dolorino e incriccamento qua e là.

:-)

giovedì 2 dicembre 2010

SARA' UNA BUONA GIORNATA



Ecco il biglietto che Stefano ha scritto rientrando alle 4 del mattino .

L'ho trovato vicino alle tazze della colazione che avrei preparato certamente senza il groppo in gola che mi è venuto quando l'ho letto.

Lui è proprio mio figlio.
Nel senso che siamo molto simili anche come esternazione di sentimenti e sensazioni.

Anche se lui è molto più bravo di me.... lui la PNL la sa attuare molto meglio di me...lui mi dà lezione ogni giorno in tante piccole cose, lui non ha nessun timore a dire spesso "ti voglio bene", lui ci vuole bene con tutto sè stesso, senza rispamiarsi mai.

E questo della foto è solo uno dei tanti bigliettini che ogni tanto ci lascia.

E si va in ufficio al lavoro con uno spirito diverso, oggi anche se mi fanno incazzare gli alzo il dito medio sul muso e sorrido.

In cucina c'è appeso un altro messaggio in formato A4 che recita " Vi voglio parecchio bene"

Ora, sarebbe stato normale scrivere tanto invece di parecchio....ma lui no. Lui è così.

Il mio , il nostro Stefano che fra 16 giorni prenderà un aereo per andare dall'altra parte del mondo a costruirsi un futuro lavorativo diverso.

Ci mancheranno tantissime cose di lui, ma c'è Skype, le mail, Fbook...insomma non ci perderemo di vista .

Consigli per la mente, gli occhi, il cuore

  • IL PICCOLO AVIATORE - Andrea Scanzi
  • IO & MARLEY - John Grogan
  • IO SPERIAMO CHE ME LA CAVO - Marcello D'orta
  • L'ONDA PERFETTA - Sergio Bambaren
  • LA BIBBIA
  • LA PROFEZIA DI CELESTINO - James Redfield
  • MESSAGGI DAI MAESTRI - Brian Weiss
  • NEL FUOCO - Nicholas Evans
  • RITROVARSI - Rosemary Altea
  • SE SOLO FOSSE VERO - Marc Levy
  • STORYTELLERS - Paola Maugeri, Luca De Gennaro
  • UN'ALTRA OCCASIONE PER VIVERE - Ken Grimwood