giovedì 26 novembre 2015

A VERY BIG SURPRISE !!!

"Aggiungi un posto a tavola che c'è un amico in più..", noi ne abbiamo aggiunti tre in un colpo solo, qualche settimana fa!

Citofona un caro amico di Stefano,  ogni tanto capita; Andrea sale le scale ed entra in casa  è passato per un saluto e.....mentre sto chiudendo la porta si apre l'ascensore e chi vedo? Stefano e Chloe!!!!

A very big surprise !!!! E Massimo " Lo sapevo, lo sapevo...!!! " Che bello riabbracciare i nostri ragazzi (oramai anche il mio cuore parla al plurare)!

Quel birbante di mio figlio qualche settimana fa ci dice che lui e Chloe si prenderanno  una ventina di giorni di ferie per visitare l'entroterra australiano, quindi sarebbe stato difficile trovare nel deserto una rete di conessione per internet decente. Ok,  questo quindi implica l'impossibilità probabile di non  vedersi durante il week end come al solito e in questo lasso di tempo arrivano messaggi del tipo :

" Ciao bella, noi siamo arrivati oggi a Cooper Pedy, abbiamo trovato un ostello con una connessione schifosa ma almeno vi scrivo..... - il viaggio è una figata c'è sempre un sacco di roba da vedere......
- domani partiamo per Port Augusta ...... - domattina si parte per Esperance.......- siamo in viaggio per Margaret River.....ecc."

E invece la verità è che sono stati in Francia a Montelimar e a Parigi , per poi venire qui .

Ho preparato al volo un piatto di pasta, tagliato  il salame buono e tutti intorno al tavolo a guardarci
contentissimi, compreso Andrea il nostro critico letterario preferito che ha giocato il ruolo di loro gancio.

Bellissima sorpresa!! Volentieri hanno quindi felicemente movimentato così la nostra routine fino a ieri 25 novembre giorno della partenza e ritorno in terra australiana.

Sono stati giorni durante i quali abbiamo assaporato ogni momento, ogni attimo passato insieme.

Avevamo in programma di andare insieme a mio fratello Massimo, da mia sorella Paola per festeggiare insieme il suo compleanno;  le espressioni delle facce sorprese sono state diverse divertenti e uniche, difficile trattenere la lacrimuccia.

                                                 Dado, Stefano e Chloe da Paola

Abbiamo passato una bellissima domenica con i miei familiari e anche Giuliana e Giampietro, amici  di vecchissima data. Paola per l'occasione aveva preparato la casoeula e Chloe l'ha mangiata volentieri. 


Il martedi successivo tutti a Portomaggiore , altra sorpresa all'altro pezzo di parentado emiliano; qui
i ragazzi hanno gustato le delizie del posto fatte a mano da Teresa: passatelli in brodo, tagliatelle, dolci, ecc.ecc.

Chloe aveva il grande desiderio di mangiare una pizza come si deve, poichè in Australia  nonostante qualche cuoco o pizzaiolo italiano, la pizza è mooolto diversa sia per proporzioni che per ingredienti, quindi tutti da Fiorenzo (cenetta già pianificata tempo addietro) con Gigi, Lida, Anna, Giuliano, Tony e Mery. Sorpresona anche per i nostri amici accompagnata da dolci parolacce e pacche sulle spalle.

                              La favolosa pizza di Fiorenzo (Credevo Peggio - Cornate d'Adda)

Ci siamo poi ritrovati tutti da mio fratello Massimo dove Stefano a potuto riabbracciare i suoi cugini
Francesco e Candida e conoscere Irene la mia bellissima pro nipotina, figlia di Candida e Lorenzo.
Anche qui Chloe ha potuto gustare i vari manicaretti di Benedetta, mia cognata e qui, pancia mia fatti capanna (ma come si fa a mantenere la linea???!!).

Una sera Chloe si è impadronita della cucina e ha preparato una cenetta tipicamente francese, dall'antipasto al dolce ; tutto buonissimo ! Oltre ad essere brava e bella, è un'ottima cuoca .

                                                                     Chloe in cucina



             
                                 Il Vino francese che apriremo per un'occasione speciale


Abbiamo dato fondo alla nostra piccola cantina, esaurendo sia il vino bianco che quello rosso , ma ne valeva la pena anche se in confronto a quello francese che Chloe ci aveva portato direttamente dalla Francia, i nostri Bonarda e Vermentino, potevano tranquillamente nascondersi. Comunque abbiamo tracannato tutto, è rimasta solo una bottiglia di  Laurent Combier   che berremo per una occasione speciale prima o poi.

I giorni son volati via velocemente, Stefano e Chloe spesso fuori a cena con amici,  a fare climbing ad Agrate o in giro a passeggio. 

Siamo stati insieme a Lecco, dove abbiamo gironzolato per librerie e mercatini, incrociato cavalli e caprette della Coldiretti insieme a tacchini e altro bestiame, visto sfilata di vecchi trattori, camminato tanto in una domenica stupenda culminata poi la sera con una pizza improvvisata a casa nostra insieme a mio fratello, Benedetta, Francesco e il mio nipotino Claudio con la sua ragazza Laura. 


                                                                  Stefano e  Chloe

I  colori del lago e dell'autunno
La chiesa

Controluce

Stefano e Chloe

I colori del lago e dell'autunno

Verso le 16.30 fa capolino la luna

Barchette

Le caprette

Mamma e figlio - equini

Il giorno dopo lunedi 23 arrivano qui a casa Simone e Sabrina, amici di Stefano che lavorano in Germania da diversi anni e da cinque non si riabbracciavano. Questa volta il gancio l'abbiamo fatto noi con Rosy e Abramo i genitori di Simone, infatti dopo mangiato con i due ragazzi nel baule della nostra macchina (è bello grande), ci siamo presentati a casa dei nostri amici e anche lì, facce stupite e lacrime in quanto arrivo inaspettato.

Questi figli , quante gioie  e quanti passi nella loro vita, spesso lontano da noi come Stefano e
Simone, passi importanti per costruirsi un futuro migliore .....Come si fa a non emozionarsi? Ho visto la mia amica con gli occhi lucidi, tutta rossa in faccia che si perdeva dentro l'abbraccio di suo figlio, come me del resto  due settimane prima...


E' stato bello averli a casa, avere confusione in camera, cambiare i nostri programmi e le nostre abitudini, fatto tutto volentieri e con amore senza pensarci due volte.
Stefano Chloe e Massimo

E' stato bello giocare a Jenga, a Spedy, mischiare a volte un pò di italiano con inglese e francese,
ridere con Chloe e giocare con Stefano come avevamo voglia di fare da tempo.

Ed arriva anche il momento di partire e ripensando a quell'ultimo abbraccio con i miei ragazzi ho un brivido forte che mi scuote: il desiderio già di rivederli presto.

Al check in in aeroporto

Mentre ci avviamo a casa in auto ho  dei flash che mi fanno sorridere e spegnere la lacrimuccia che indugia dietro le lenti dei miei occhiali; li vedo abbracciati, a giocare come due bambini con la Play Station, rincorrersi giù in cortile, cantare insieme in  bagno sotto la doccia, prendermi in giro per la mia risata.....le loro mani sempre intrecciate o vicine che si sfiorano anche a tavola..

I gesti a volte sono dettagli, ma penso che la gentilezza di una carezza può stare anche in uno sguardo ed è in uno sguardo, uno dei tanti,  che ho visto non due persone innamorate, ma una sola persona .


Cuor  di salame

La strada corre, siamo quasi a casa e penso a Gibran, all'arco (che siamo noi genitori) e alle frecce ( i figli), certo la nostra freccia è andata davvero lontano...fosse stato un boomerang, tornava indietro.

O no? :-)

Consigli per la mente, gli occhi, il cuore

  • IL PICCOLO AVIATORE - Andrea Scanzi
  • IO & MARLEY - John Grogan
  • IO SPERIAMO CHE ME LA CAVO - Marcello D'orta
  • L'ONDA PERFETTA - Sergio Bambaren
  • LA BIBBIA
  • LA PROFEZIA DI CELESTINO - James Redfield
  • MESSAGGI DAI MAESTRI - Brian Weiss
  • NEL FUOCO - Nicholas Evans
  • RITROVARSI - Rosemary Altea
  • SE SOLO FOSSE VERO - Marc Levy
  • STORYTELLERS - Paola Maugeri, Luca De Gennaro
  • UN'ALTRA OCCASIONE PER VIVERE - Ken Grimwood