giovedì 29 gennaio 2009

COME SI CAMBIA ...


Questa mattina i campi erano bianchi, sembravano coperti da una neve leggera, i rami degli alberi sembravano braccia di cristallo intente a graffiare l'orizzonte.

Una leggera nebbiolina si levava dai campi verso l'alto fino a confondersi con il cielo.


Sembrava quasi un paesaggio lunare.

Ho sorriso tra me e me pensando che sarebbe stato bello bigiare il lavoro, non avere lo stress del cartellino da timbrare e tutto il resto; mi sarebbe piaciuto fermarmi e camminare nei campi respirare quel pezzo di verde sfumato, l'odore dell'inverno, fare le nuvolette con il fiato.

Ma ho proseguito sulla mia quattro ruote blu.


Certo, quando bigiavo alle superiori, andavamo al parco Lambro a suonare la chitarra....

Oggi invece assaporerei fino in fondo una bella passeggiata nella brughiera.




.. .. ... ... .... .... . .....






Però, come si cambia...............................

venerdì 23 gennaio 2009

PER SORRIDERE UN PO'


Un'anima pia arriva in Paradiso e
viene accolta da San Pietro:
- Dimmi, buon uomo... quante volte hai tradito tua moglie?
- Mai... neanche una volta... lo giuro!-
Bene allora come premio prendi
questa Ferrari e corri a tuo
piacimento per le vie del Paradiso!
Arriva in paradiso un altro defunto...-
E tu quante volte hai tradito tua moglie?
- Pochine... cinque o sei...
- Bene allora tu prendi questa Fiat Uno e vai per le strade del Paradiso!
Altra anima... stessa domanda da parte di San Pietro:
- Mah... saranno state una ventina in tutto...
- Mhhh, bhè prendi questo motorino ed entra in Paradiso!
Dopo alcuni giorni il primo defunto ritorna da San Pietro tutto mogio mogio.
- Ma come.. non sei contento? Eppure viaggi in Paradiso su una Ferrari...
- Sì... per essere contento sono contento... il fatto è che stamani ad un
semaforo ho incrociato mia moglie che guidava un monopattino!


****
Grazie Alfio!

martedì 20 gennaio 2009

LA VITA...MA E' PROPRIO COME UNA SCATOLA DI CIOCCOLATINI?



Un caro amico, mi ha mandato una bellissima mail dal titolo Cose che la vita “insegna” dopo i 40 anni (Artur Da Tavola / Madeleine Peyroux). Foto bellissime e trascrizione dei pensieri che qui sotto vi ripropongo.

Io i 40 anni li ho già scavalcati da un decennio, mi sono pesati un po’ con qualche chiletto in più, qualche capello bianco, qualche ferita rimarginata, qualche dolore ancora vivo. Ho avuto però anche dei bellissimi momenti e la fortuna di essere sempre circondata dall’affetto di persone che mi hanno apprezzato e aiutato a superare periodi difficili; gli amici sono stati spesso la mia stampella quando zoppicavo un po’, la mia famiglia il motore delle mie azioni.

Queste frasi non stupiranno più di tanto, sono cose risapute ma mai banali.

L’invito è quello di riflettere e di apprezzare ogni nostro irripetibile respiro.

* * *

Perdonare e dimenticare rende giovani.

L’amore non si impara, non si chiede, non si aspetta. L’amore si vive o no.

Dio ha inventato il pianto affinché l’uomo non esplodesse.

Essere autentici è la miglior forma per essere apprezzati.

La gelosia è un sentimento inutile. Nessuno ti rimane fedele per questo.

Alcuni animali sono angeli travestiti mandati in terra da Dio per mostrare agli uomini cos’è la fedeltà.

I bambini imparano da ciò che fai non da ciò che dici.

Le persone che sparlano degli altri con te, sparleranno di te con gli altri.

La musica è il dolce della vita.

I figli sono i regali più rari.

L’acqua è una medicina santa.

La mancanza di regole è una regola che dipende dal buon senso.

La creatività cammina insieme alla mancanza di denaro.

Non esiste cibo cattivo, esiste cibo mal condito.

L’affetto è la migliore arma contro l’odio.

I veri amici non ti abbandonano mai.

C’è poesia in tutta la creazione divina. Dio è il più grande poeta di tutti i tempi.

Le differenze rendono la vita più bella e colorata.

Credere non ti fa diventare sciocco. Sciocco è colui che mente.

L’amore rompe le barriere, unisce le fazioni, distrugge i preconcetti, cura le malattie…

Grazie – scusa – per favore, sono parole magiche,
chiavi che aprono tutte le porte per una vita migliore.

Non c’è vita decente senza amore.

Chi ama è sicuramente molto amato e vive la vita più allegramente

Tutto ciò che rimane è il tuo nome e la memoria delle tue azioni
.

***


martedì 13 gennaio 2009

PENSIERI SPIRITUALI DI UNA Piccola GRANDE Donna







Fate che chiunque venga a voi se ne vada sentendosi meglio e più felice. Tutti devono vedere la bontà sul vostro viso, nei vostri occhi, nel vostro sorriso. La gioia traspare dagli occhi, si manifesta quando parliamo e camminiamo. Non può essere racchiusa dentro di noi. Trabocca. La gioia è molto contagiosa.


C’è molta sofferenza nel mondo :fisica, materiale, mentale. La sofferenza materiale e fisica è la sofferenza dovuta alla fame, alla mancanza di una casa, alle varie malattie. Ma la sofferenza più grande è causata dall’essere soli , dal non sentirsi amati, dal non avere nessuno. Con il tempo ho capito che l’essere emarginati è la malattia peggiore di cui un essere umano può soffrire.


Si vive sempre più spesso freneticamente, ansiosi di sviluppi sempre maggiori e di maggiori ricchezze. C’è tanta sofferenza perché c’è così poco amore in casa e in famiglia. Non abbiamo tempo per i nostri figli, non abbiamo tempo gli uni per gli altri: non c’è tempo per divertirsi insieme. La disgregazione della pace nel mondo comincia in casa.

Nel mondo le persone possono apparire diverse o avere una religione, un’istruzione o una posizione diversa, ma sono tutte uguali. Sono persone da amare. Hanno tutte fame d’amore. La gente che vedete per le strade di Calcutta ha fame nel corpo, ma anche quella che vedete a Londra o a New York ha una fame che deve essere soddisfatta. Ogni persona ha bisogno di essere amata.

------------------------------------------------------------------------------------------------

Ho sostituito il vecchio calendario 2008 di Frate Indovino con quello di questo nuovo anno. Ho pensato di riportare qui sul blog questi pensieri di Madre Teresa che avevo evidenziato.
Sono parole che toccano il cuore e fanno riflettere per la loro verità.



venerdì 9 gennaio 2009

UN PICCOLO GESTO



Dalla finestra dell'ufficio ieri ho visto due pettirossi che svolazzavano alla ricerca di cibo. Ho sbriciolato un biscotto e l'ho messo sul davanzale.

Ho pensato a Benedetta, che lo fa tutto l'anno e il suo davanzale è sempre visitato dagli uccellini alla ricerca delle briciole che lei lascia.

Fa freddo e c'è ancora in terra tanta neve, per loro è più difficoltoso trovare il cibo.

C'è necessità di un piccolo gesto d'amore.

Fatelo per favore.

giovedì 8 gennaio 2009

LA VOCE DEL SILENZIO











Come spesso accade la mattina, mentre guido la mia 106 ascolto la radio.
Oggi la mia giornata è stata accarezzata da una voce che cantava una canzone bellissima che non sentivo da tanto. Ne trascrivo il testo perché queste note mi hanno preso fra le braccia e mi hanno cullata fino alla porta dell’ufficio; un abbraccio dal quale non avrei voluto sciogliermi.

E’ una canzone del 1968, portata al successo da Mina ma cantata anche da Tony del Monaco, Dionne Warwick, Massimo Ranieri e Mia Martini. La voce che mi ha accompagnata stamattina era quella di Andrea Bocelli.
E’ stata un’emozione.



Non da poco





Volevo stare un po' da sola per pensare tu lo sai,
e ho sentito nel silenzio una voce dentro me
e tornan vive troppe cose che credevo morte ormai....

e chi ho tanto amato dal mare del silenzio
ritorna come un'ombra nei miei occhi,
e quello che mi manca
nel mare del silenzio ritorna come un'ombra
mi manca sai molto di più

ci sono cose in un silenzio
che non aspettavo mai
vorrei una voce,

e improvvisamente ti accorgi che il silenzio
ha il volto delle cose che hai perduto
e io ti sento amore
ti sento nel mio cuore
stai riprendendo il posto che
tu non avevi perso mai
che non avevi perso mai
che non avevi perso mai


volevo stare un po' da sola
per pensare tu lo sai
ma ci son cose in un silenzio
che non m'aspettavo mai
vorrei una voce
e improvvisamente
ti accorgi che il silenzio
ha il volto delle cose che hai perduto


e io ti sento amore ti sento nel mio cuore
stai riprendendo il posto che
tu non avevi perso mai
che non avevi perso mai
che non avevi perso mai.

° ° °

Consigli per la mente, gli occhi, il cuore

  • IL PICCOLO AVIATORE - Andrea Scanzi
  • IO & MARLEY - John Grogan
  • IO SPERIAMO CHE ME LA CAVO - Marcello D'orta
  • L'ONDA PERFETTA - Sergio Bambaren
  • LA BIBBIA
  • LA PROFEZIA DI CELESTINO - James Redfield
  • MESSAGGI DAI MAESTRI - Brian Weiss
  • NEL FUOCO - Nicholas Evans
  • RITROVARSI - Rosemary Altea
  • SE SOLO FOSSE VERO - Marc Levy
  • STORYTELLERS - Paola Maugeri, Luca De Gennaro
  • UN'ALTRA OCCASIONE PER VIVERE - Ken Grimwood