lunedì 26 ottobre 2009

24 E 25 OTTOBRE - FERRARA



Eccomi qui a casa. Dovevo rientrare lunedi 2 novembre ma i miei uomini senza di me soffrivano troppo....tornerò in fiera sabato 31 ottobre e domenica 1° novembre.

E' stato divertente lavorare con Silvia. E' un vulcano, una fucina di idee e poi è un'artista, fuori di testa più di me!!

Se volete vedere alcune foto dello stand e dei nostri lavori ecco il link :

http://www.silviabruzzi.it/homepage/index.php?option=com_joomgallery&func=viewcategory&catid=55&Itemid=45

Scriverò qualcosa di serio finita la fiera, stasera sono proprio cotta, anzi, lessa.

Perdono. ;-)

**

lunedì 19 ottobre 2009

SPETTINATA!!!



Oggi ho imparato che bisogna lasciare che la vita ci spettini, perciò ho
deciso di vivere la vita con maggiore intensità.
Il mondo è pazzo. Decisamente pazzo...
Le cose buone, ingrassano. Le cose belle, costano. Il sole che ti illumina il viso, fa venire le rughe. E tutte le cose veramente belle di questa vita, spettinano...
- Fare l'amore, spettina.
- Ridere a crepapelle, spettina.
- Viaggiare, volare, correre, tuffarti in mare, spettina.
- Toglierti i vestiti, spettina.
- Baciare la persona che ami, spettina.
- Giocare, spettina.
- Cantare fino a restare senza fiato, spettina.
- Ballare fino a farti venire il dubbio se sia stata una buona idea metterti i tacchi alti stanotte, ti lascia i capelli irriconoscibili.
Quindi, ogni volta che ci vedremo, avrò sempre i capelli spettinati...
Tuttavia, non dubitare che io stia vivendo il momento più felice della mia vita. E' la legge della vita: sarà sempre più spettinata la donna che scelga il primo vagoncino sulle montagne russe di quella che scelga di non salire...
Può essere che mi senta tentata di essere una donna impeccabile, pettinata ed elegante dentro e fuori.
Questo mondo esige bella presenza: pettinati, mettiti, togliti, compra, corri, dimagrisci, mangia bene, cammina diritta, sii seria...
Forse dovrei seguire le istruzioni però... quando mi ordineranno di essere felice?
Forse non si rendono conto che per risplendere di bellezza, mi devo sentire bella... La persona più bella che possa essere!
L'unica cosa che veramente importa è che quando mi guardo allo specchio, veda la donna che voglio essere. Perciò, ecco la mia raccomandazione a tutte le donne:
Abbandonati, Mangia le cose più buone, Bacia, Abbraccia, Balla,
Innamorati, Rilassati, Viaggia, Salta, Vai a dormire tardi, Alzati presto, Corri, Vola, Canta, Fatti bella, Mettiti comoda, Ammira il paesaggio, Goditela e, soprattutto, lascia che la vita ti
spettini!!!!
Peggio che può succederti è che, sorridendo di fronte allo specchio, tu ...
debba pettinarti di nuovo !!!




***


Questa è una mail che ho ricevuto da Sabrina mia collega spettinatissima di Bologna

venerdì 16 ottobre 2009

FACILE E DIFFICILE



Facile è occupare un posto nell’agenda di qualcuno

difficile è occupare il cuore di qualcuno.

Facile è giudicare gli errori degli altri, difficile è riconoscere i propri.

Facile è ferire chi si ama, difficile è curare questa ferita.

Facile è perdonare gli altri, difficile chiedere perdono.

Facile è esibire la vittoria, difficile è assumere la sconfitta con dignità.

Facile è sognare tutte le notti, difficile è lottare per un sogno.

Facile è pregare, difficile trovare Dio nelle piccole cose.

Facile è dire che amiamo, difficile è dimostrarlo ogni giorno.

Facile è pensare di migliorare, difficile è smettere di pensarlo e farlo davvero.

Facile è ricevere,
difficile dare.


Bisognerebbe fare un punto a capo in tante cose, nella nostra vita quotidiana.
Ricominciare con la voglia di essere buoni, gentili, amorevoli, comprensivi, animati da buoni propositi da realizzare con serenità e impegno, ma la cosa più importante è cominciare da se stessi ed è la parte più difficile, ma volendo, se davvero ci si crede, ce la si può fare .

giovedì 15 ottobre 2009

DEDICATO ALLE MIE AMICHE over "ANTA"


A tre anni LEI si vede come una regina.
A otto si guarda allo specchio e si vede come Cenerentola.
A quindici si guarda e non si piace (non posso uscire con questi brufoli sul naso!!)

A venti LEI si guarda e si vede
“troppo grassa – troppo magra – troppo bassa – troppo alta – con i capelli troppo ricci “, ma decide che uscirà lo stesso da casa.

A trenta si guarda e si vede “troppo grassa – troppo magra – troppo bassa – troppo alta – con i capelli troppo ricci “, ma decide che non ha tempo di sistemarsi e uscirà ugualmente da casa.

A quaranta si guarda e si vede “troppo grassa – troppo magra – troppo bassa – troppo alta – con i capelli troppo ricci “, ma pensa “ almeno sono viva e naturale “ ed esce di casa lo stesso.

A cinquanta LEI si guarda e si vede “esistere” e se ne va dovunque abbia voglia di andare.

A sessanta LEI si guarda e ricorda tutte le persone che non possono più nemmeno guardarsi allo specchio. Esce di casa e conquista il mondo.

A settanta LEI si guarda e vede saggezza, capacità di ridere e saper vivere; esce e si gode la vita.

A ottanta non perde tempo a guardarsi. LEI si mette in testa un bel cappello color porpora ed esce per divertirsi con il mondo.

@@@

Quasi quasi meglio coprire gli specchi di casa ? Non è così che si ferma l’anagrafe…però ci sono momenti in cui mi sento una piccola regina (e non ho tre anni), altri in cui mi sento Cenerentola, non sono una gran gnocca ma sono simpatica e mi piaccio, che esisto è un dato di fatto, conquistare il mondo è faticoso ma ogni tanto ci provo, qualche pillola di saggezza la prendo ogni tanto e la uso, non ho costrizioni per andare dove voglio, anche se ogni tanto mi mandano…a quel paese, insomma, per divertirmi e stare bene lo posso fare e l’ho potuto fare fino adesso , se andando avanti con l’età si migliora…ben venga arrivare agli ottant’anni, basta che il cervello sia in pista.

:-)


venerdì 9 ottobre 2009

E ORA ...LA PUBBLICITA'



Le poche volte che guardo la televisione, mi farebbe piacere vedere una volta tanto uno spot pubblicitario VERO.

Uno spot dove non ci sono donne in bikini, non ci sono cuccioli, né innamorati, né famiglie del mulino, auto, neonati o gente che si bacia , il tutto e di più condito da fiumi di parole che atrofizzano il cervello e non ti lasciano pensare.

Vorrei vedere uno spot senza effetti speciali, senza gente famosa, senza magre modelle, uno spot che possa promuovere un prodotto che non ha bisogno di convincere nessuno, perché tutti vorrebbero comprarlo, un prodotto che tutti desideriamo e amiamo consumare, anche se oggi non è più…di moda; un prodotto senza marca e senza bandiera, che non ha slogan né promozioni di 3 x 2.

Sarebbe bello vedere questo spot proiettato su tutte le reti del mondo.

Il nome del prodotto è : LA PACE !!

E dato che tutte le persone che ne hanno un estremo bisogno non possono comprarla, farò così: prenderò un po’ di quella pace che c’è in casa mia e nel mio cuore, e la userò.

Per strada nel traffico, in coda alla posta, in ufficio (!)…insomma dappertutto.

La pace è un prodotto interessante perché più la si usa, più cresce.

E se davvero un giorno tutto il mondo la userà non sarà più necessario fare uno spot per venderla.
*@*

mercoledì 7 ottobre 2009

LA LINEA DELLA VITA

Nel palmo della mia mano sinistra la linea della vita è abbastanza lunga.
Ogni tanto guardandola penso a quanto tempo ho ancora per fare tutto quello che ho in mente e vorrei fare. Possono sembrare discorsi stupidi, ma penso che fermarsi a riflettere ogni tanto, possa farci apprezzare molto di più gli istanti futuri ripensando a quelli vissuti, passati e presenti .

Guardo le lancette del mio orologio e mi rendo conto che Messer Tempo non aspetta niente e nessuno, viaggia sempre in quinta marcia e mai a passo d’uomo.

Io mi auguro di avere ancora tempo per divertirmi e ridere, fare un pò la scema, vendemmiare e prendere la ciucca, cucinare il somarino con la polenta, andare sulle giostre o a ballare quando capita.
Essere contenta perché la mia famiglia mi ama, gioire per la realizzazione di un obiettivo di Stefano o Massimo…vorrei avere ancora tempo per stupirmi, fidarmi, pregare, sorridere, vivere l’ emozione di una stella cadente, di un’alba sulla spiaggia…… e perdonare chi mi ha ferito, perché la mia vita l’ho sempre vissuta standoci dentro e mai (o quasi) alla finestra.

Vorrei poter crescere e maturare ancora, perché ne ho bisogno. Vorrei poter toccare ancora il cielo con un dito, realizzare un paio di sogni nel cassetto, non perdere mai il buonsenso di saper scegliere senza condizionamenti esterni, tempo per affrontare le tempeste della vita più dure per poi rialzarmi e continuare a “respirare” .

Vorrei avere il tempo di ritrovare me stessa perché ogni tanto mi perdo e mi ritrovo, poter continuare a vivere ogni istante come un dono…vorrei avere tempo perché me ne resti da dedicare a me, agli altri e a chi mi vuole bene vicino e lontano.

Però tutto sommato, mi piace stare al mondo.

**


martedì 6 ottobre 2009

ORME SULLA SABBIA



“Ho sognato che camminavo in riva al mare con il Signore
e rivedevo sullo schermo del cielo tutti i giorni della mia vita passata.
E per ogni giorno trascorso apparivano sulla sabbia due orme:
le mie e quelle del Signore.

Ma in alcuni tratti ho visto un sola orma.
Proprio nei giorni più difficili della mia vita.


Allora ho detto: “Signore, io ho scelto di vivere con te
e tu mi avevi promesso che saresti stato sempre con me.
Perché mi hai lasciato solo proprio nei momenti difficili?


E lui mi ha risposto: “Figlio, tu lo sai che ti amo
e non ti ho abbandonato mai:

i giorni nei quali c’è soltanto un’orma nella sabbia
sono proprio quelli in cui ti ho portato in braccio”.



Mi tocca sempre il cuore questo scritto di un anonimo brasiliano, specialmente nei momenti in cui davvero vorrei liberare i pensieri, farli scappare insieme ai problemi.

Ogni tanto mi domando quante orme ho lasciato sulla mia strada di sabbia, fuori dai sogni.


:-)

Consigli per la mente, gli occhi, il cuore

  • IL PICCOLO AVIATORE - Andrea Scanzi
  • IO & MARLEY - John Grogan
  • IO SPERIAMO CHE ME LA CAVO - Marcello D'orta
  • L'ONDA PERFETTA - Sergio Bambaren
  • LA BIBBIA
  • LA PROFEZIA DI CELESTINO - James Redfield
  • MESSAGGI DAI MAESTRI - Brian Weiss
  • NEL FUOCO - Nicholas Evans
  • RITROVARSI - Rosemary Altea
  • SE SOLO FOSSE VERO - Marc Levy
  • STORYTELLERS - Paola Maugeri, Luca De Gennaro
  • UN'ALTRA OCCASIONE PER VIVERE - Ken Grimwood