giovedì 25 novembre 2010

NON BASTA SAPER CANTARE

Non basta saper cantare

Proprio all'angolo della finestra c'e un bel quarto di luna
e stelle come se piovesse dal cielo una fontana
sarebbe da venirti a prendere e portarti a ballare
se non l'avessimo già fatto, se non avessimo da fare


Ci vuole orecchio e pazienza
per questa piccola voce
muscoli e competenza
anche per portare la croce...

Ma dall'angolo della finestra la luna si è spostata
come la vita che passa o che l'abbiamo passata
cosi' tanto per vivere senza farci del male
ma saper vivere non basta
e non basta saper cantare

Da quest'angolo di finestra si vede un pezzo di strada
un esercito ritorna a casa sotto la pioggia ghiacciata
in una terra spaccata e ferita sotto a un cielo di lava
ci sono cani affamati che girano e gente nuda che scava

Ci vuole tempo e pazienza
per imparare il dolore
lacrime e competenza
per impastare l'amore....

Su questo pezzo di strada
dove la notte è padrona
dove c'è un orso che balla
e una scimmia che suona
e poi c'e sempre qualcuno che si ferma a guardare
ma una canzone non basta
e non basta saper cantare"


Ho sentito alla radio questa canzone stasera mentre tornavo a casa.
E' stato amore a primo ascolto !!!

http://www.youtube.com/watch?v=U7aVgzt2KqE

***

PENSIERINO DELLE 7 DEL MATTINO


Ogni sera quando vado a nanna, mi corico con la testa piena di pensieri. Fanno a botte fra loro scaricando le ultime energie.
A volte vorrei poterli bloccare lasciando vuota la camera del cervello.
Vorrei silenzio anche nella testa, vorrei non pensare e riposare ogni cellula come le membra, ma è estremamente difficile.

Mi lascio andare con una flebile preghiera tra le labbra e aspetto che Morfeo mi abbracci e mi culli tra sogni inspiegabili e dolci carezze.

Se la testa fosse una radiolina, sarebbe più facile abbassare il volume, cambiare stazione o spegnerla.

A volte vorrei proprio essere...assente e guardarmi da fuori.

Oggi comincia un'altra giornata, fra un mese è Natale, fra due Stefano fa gli anni e non sarà qui.

Dovrei curare un pò di più il mio fisico, dovrei darmi da fare e portare a termine dei lavoretti, dovrei pulire sopra i mobili della cucina, dovrei dimagrire, comprarmi un paio di scarpe, una tuta per casa, dovrei impegnarmi un pò di più al lavoro, dovrei coltivare un pò di più le mie amicizie, dovrei far dire messa per papà e mamma, dovrei darmi una mossa, dovrei uscire di casa la mattina con il trucco a posto, dovrei ...

Ma ne ho piene le scatole di questo verbo. Vorrei rilassarmi, dormire, non fare nulla e stare in pigiama a casa tutto un giorno intero.

Forse affronterei la mia vita in un modo diverso...oggi ne sento il bisogno.

Vorrei abbattere tanti paletti virtuali, vorrei mollare il lavoro che non mi gratifica, vorrei aprire una mia attività e vorrei dare sfogo alla mia fantasia .

Questo è davvero un periodo un pò...così. Terrò botta come al solito.

Ci sono giorni in cui sono contenta a sprazzi, ma penso che mi meriterei di essere felicea 360°, almeno per un giorno intero, è tanto che non succede.

Vorrei una bacchetta magica...la userei con parsimonia, prometto!!

Che giornata sarà oggi che la comincio con queste pere mentali??

**

domenica 21 novembre 2010

BOTTIGLIETTE DEL BUON AUSPICIO


Potrebbe essere un buon pensierino , un regalino di Natale un pò diverso.

Bottigliette che contengono sale grosso, pastina, ceci, legumi, lenticchie, pepe, fagioli, fiocchi d'avena, ecc.

Spero che portino "buono" a chi li acquisterà.


Prossimo mercatino con altre novità (tantissime), sabato 27 novembre in Piazza XI febbraio a Cologno Monzese (MI).

Vi aspetto.

****

giovedì 18 novembre 2010

ROBERTO TI ADORO !

Roberto, ti adoro!


Lo adoro! Mi piacerebbe un sacco poterlo conoscere, cosa darei per mangiare (a riuscirci senza ridere) una pizza con lui! Quest’uomo è unico e irripetibile, con lui davvero han buttato via lo stampino.

Ieri sera mi sono gustata per l’ennesima volta LA VITA E’ BELLA. Visto e rivisto tantissime volte questo film, riesce sempre a farmi emozionare, ma devo ammettere anche che mi fa tantissimo ridere. Mitica è la scena del tedesco che irrompe nella baracca, cercando qualcuno che traduca ai prigionieri quello che dice , e lui (Guido) si presta a tradurre esprimendosi in modo che suo figlio realizzi che si tratta davvero di un gioco, che purtroppo non è così nella realtà. Il bimbo espressivo da morire e molto bravo è da stringere e baciare tutto, tanto è tenero.
Ma Roberto è davvero bravissimo e la sua espressione quando il doctor nazista gli dice di essere al culmine della disperazione e non riesce a dormire la notte, a causa di un indovinello che non riesce a risolvere, la sua espressione traduce il pensiero di qualunque essere umano al suo posto, in quel contesto.

Benigni è un mito, è un uomo vero, forse un po’ giocherellone ma ci può stare. Dice le cose senza peli sulla lingua mettendo alla berlina il nostro presidente del consiglio, ci fa ridere dicendo tristi verità.

Penso che prima o poi anche lui avrà bisogno delle guardie del corpo come Saviano, perché il nostro sistema politico non terrà botta ancora per molto a queste verità, dette tra una risata e l’altra.



Ma la nostra classe politica attuale è spudorata, non ha vergogna di nulla.

Non amo Santoro, Vespa né altri conduttori che parlano di politica, odfio la politica perché non mi sento rappresentata da nessuno, non ho una buona idea della nostra lobby politica, basti pensare alle verità nascoste scoperte da Report, una trasmissione intelligente come poche altre…



Ci si inalbera per quanto detto a Vieni via con me, ci si inalbera perchè la gente vera vuole sapere, e sono/siamo in tanti, tanti da battere gli ascolti di una trasmissione becera come il GF…che sia un inizio di cambiamento? E’ un programma che ha intercettato un bisogno di nuovi codici e linguaggi; ha ricondotto al teleschermo un pubblico giovane e colto che l’aveva abbandonata per fuggire non si capisce bene dove…una piccola, imprevedibile rivoluzione. Dopo tanti anni…ma non è mai troppo tardi…speriamo si continui su questa strada

Comunque Roberto, rientro in tema : ti adoro!!!

martedì 2 novembre 2010

COME SONO, SONO


Ci sono giorni in cui non capisco bene cosa mi succede, dove sono, in che spazio temporale esisto e respiro. Ci sono giorni in cui mi sento alla finestra della mia vita e la cosa non mi piace, ma me la devo vestire per capire che è necessario reagire.

Aprire il blog, scrivere quel che mi passa per la testa, senza una minuta, così, d'impulso..è la cosa migliore per capirmi un pochino meglio di quanto faccio di solito.

Ho sempre un gran bisogno di dire, di dare, di farmi capire, di essere come sono.

E' sempre un pochino controproducente esporsi così, però non m'importa è nel mio dna essere come sono...

Sono vera, nessuno muove i miei fili, semplicemente perchè non ne ho, e ci sto bene nel mio spazio a volte un pò stretto, a volte senza confini...ma alla fine è solo il bisogno di trasmettere amore quello che mi fa respirare.

Poi come "arriva" a chi lo raccoglie o prende, è tutta una scoperta, giorno dopo giorno...ma...per arrivare all'alba, non c'è altra via che la notte.

:-)

Consigli per la mente, gli occhi, il cuore

  • IL PICCOLO AVIATORE - Andrea Scanzi
  • IO & MARLEY - John Grogan
  • IO SPERIAMO CHE ME LA CAVO - Marcello D'orta
  • L'ONDA PERFETTA - Sergio Bambaren
  • LA BIBBIA
  • LA PROFEZIA DI CELESTINO - James Redfield
  • MESSAGGI DAI MAESTRI - Brian Weiss
  • NEL FUOCO - Nicholas Evans
  • RITROVARSI - Rosemary Altea
  • SE SOLO FOSSE VERO - Marc Levy
  • STORYTELLERS - Paola Maugeri, Luca De Gennaro
  • UN'ALTRA OCCASIONE PER VIVERE - Ken Grimwood