domenica 24 luglio 2011

Mamme

Mamme.

Mamme che stanno alzate la notte a cullare i loro bimbi che piangono, mamme che si spostano con i figli e i pannolini nela borsa, mamme che cucinano torte e biscotti e cuciono i costumi di carnevale.

Mamme che sistemano casa e fanno avanti e indietro tra la cameretta e la cucina, mamme che hanno (come me) messaggi appesi in cucina come opere d'arte, mamme che fanno il tifo per il loro Pelè che gioca a pallone, anche quando sta in panchina.

Mamme senza soldi, abituate a far quadrare i conti, mamme che si inventano pranzi e cene con fantasia e le tasche vuote, mamme che sbagliano i lavaggi e colorano come un arcobaleno la maglietta più bella, mamme che urlano, mamme che piangono mamme che amano come sono capaci.

Mamme che lasciano andare uno scappellotto, quando è necessario dopo aver contato fino a 10, mamme che spiegano ai loro figli come nascono i bambini, che leggono la fiaba prima che arrivi il sonno.

Mamme che hanno insegnato ai loro bambini ad allacciarsi le scarpe, a lavarsi i denti e a giocare con l'acqua, mamme che preparano l'acqua saponata per le bolle di sapone.

Mamme che lavorano e si godono poco i figli, mamme che vorrebbero scappare, mamme sull'orlo di una crisi di nervi perchè il piccolo non mangia e urla, mamme che tengono da parte le ciocche di capelli ed i primi dentini (come me), e hanno le foto nel portafoglio...

Mamme che si emozionano a trovare scritto TVB su un biglietto sotto la tazza della colazione. Mamme che fanno i gnocchi insieme ai loro figli, mamme che li adorano, mamme che a volte non sanno ascoltare, che quando squilla il telefono tardi la sera, hanno un tuffo al cuore.

Mamme, mamme di ragazzi disgraziati che vorrebbero ricondurli sulla retta via, mamme di figli scappati, partiti per mete lontane, mamme che hanno insegnato la pace ai loro figli, mamme che hanno i figli in guerra e che pregano che tornino a casa sani e salvi.

Che cos'è che fa una buona madre? La pazienza? La compassione? La capacità di fare mille cose, di cucinare, di attaccare un bottone, di capire e indovinare i pensieri?

Che cos'è?

Le emozioni della maternità sono davvero universali, mamme che alla fine possono fare solo del loro meglio per dare a questi figli una vita migliore, serena e dire a loro tutti i giorni che li amiamo, più della nostra vita, accompagnandoli con un pensiero e una preghiera ad ogni risveglio e ad ogni calar di palpebra la sera.

Mamma, la prima parola imparata,ogni volta che un figlio dice ti voglio bene è sempre festa, non serve sia il mese di maggio.

sabato 23 luglio 2011

LONTANO



Leggere. Mettere in moto tutti i sensi, Leggere pezzi di vita, interpretare le mille sesazioni che una parte di te sta provando e vivendo, dall'altra parte del mondo.

Entrare per pochi minuti nelle tue azioni, osservare le tue foto per lunghi minuti e rimanere ogni volta a bocca aperta, per le cose che hai visto, per i tramonti, per i paesaggi, per gli amici, per i piedi che camminano nella terra rossa australiana.

Grazie Stefano, ogni giorno ci regali un pezzo di te, in una frase che il traduttore di google mi spiega, in una foto, in un sorriso.

Dobbiamo inventarci il contatto fisico con te, anche guardandoti via skype e ascoltando i tuoi racconti chattando o leggendo il tuo blog...

Che strano entrare nella tua vita...in rete!

Ma in questo caso, viva la tecnologia.

Mille baci amore mio
*

lunedì 18 luglio 2011

RITROVARSI 2




Ieri bellissima giornata, vissuta pienamente insieme a vecchi amici.
Che bello ritrovarsi dopo tanti davvero tanti anni e stare insieme con la promessa di rivedersi presto!

Massimo e Marco si sono ritrovati, ci siamo raccontati un pò di vita anche con Giovanna, Roberto, Noemi, Willy, Valentina che è mamma di tre bambini e quando l'avevamo lasciata giocava in cortile; Giovanna e Roberto sempre con la B di buono stampata in fronte, Noemi che con Willy si sono straferiti in campagna... le vite di tutti noi sono cambiate, si sono intrecciate...

Mentre parlavo con Roberto ho avuto il flash di sua madre che in cascina ad Agrate, ci preparava il goulash con la polenta, il soffitto con le travi a cui erano appese pentole di rame, Roberto che dormiva sul divano, suo padre che parlava di un suo dipinto, Noemi con il pancione, Nadiache si becca con Monica...frammenti di vita riemersi dalla polvere dei ricordi.

E poi la sorpresa di Marco quando ci ha visti, l'abbraccio con dentro tutto il tempo e l'affetto e le lacrime ricacciate indietro, ma che spuntano ora mentre scrivo.

Ognuno di noi in tutti questi anni ha avuto gioie e dolori e nel raccontarci a pranzo e cena abbiamo riallacciato un filo che forse, non si è mai spezzato e il riunirlo è stato bello, lo desideravamo da tanto tempo, ma si sa che la vita spesso ha dei piani diversi da quanto desideriamo noi..

E poi i bambini ....la vita continua davvero! Belli come il sole!





E su una lunga tavola imbandita tra braciole, costine, buon vino, insalata e patatine
ci siamo raccontati, sembravamo davvero una grande famiglia e queste cose fanno bene al cuore.





Stamattina in chat con Stefano che è arrivato a Perth e sta cercando l'ostello, il fatto che ci siamo ritrovati è stata la prima cosa riferita.

" Dio c'è e c'ho le prove " scriveva Libero nel Ciclone di Pieraccioni; io già lo sapevo ma stamattina mi son sentita di ringraziarlo nuovamente per questo pezzo di vita che mi permette di essere serena, di stare bene, di condividere e ritrovare affetto, bene e speranza di unire dei pezzeti di vissuto che fa solo bene ricordare.

Massimo e Marco, due amici che si sono ritrovati.
Questo mi rallegra tantissimo.

Grazie Giovanna, grazie Noemi e grazie FBook.

domenica 17 luglio 2011

ROAD TRIP BROOME - PERTH






"Spazio, natura, colore, musica, cultura e mistero: è difficile emulare la saggezza del popolo aborigeno e la sua capacità di descrivere la magia ed il fascino di un continente in poche parole.
E' un caleidoscopio di immagini, sapori e sensazioni; mari turchesi, limpidi e cristallini; sabbie bianche, dorate o rosso fuoco; foreste verdi, impenetrabili che superano l'orizzonte; la musica del canto degli uccelli, del "didjeridu", il suono del silenzio; la cultura aborigena che sopravvive da oltre 50.000 anni! Ci si ubriaca di spazio ed emozioni! Le sensazioni suscitate da un viaggio alla scoperta dell'isola più vasta della Terra sono il più prezioso souvenir che si possa riportare a casa. "











E quante sensazioni porterà a casa Stefano!! Guardo le foto su Fbook, le sue e quelle di Raffaele e quando arriva quella dove sta bevendo il the nella mia tazza, mi si stringe il cuore : un pezzo di casa è con lui anche fisicamente.

Stefano, mon amour, che esperienza, we loves you.


domenica 10 luglio 2011

ULTIME DAL MONDO



*


*




http://meckeropcrazytales.blogspot.com



*













*





ULTIME NOTIZIE DA STEFANO. ORA HO IL CUORE PIU' LEGGERO.




GUARDO SU FACEBOOK LE ULTIME FOTO POSTATE DURANTE UNA PAUSA
DEL LUNGO VIAGGIO : VAN ANNI 70 DA FIGLI DEI FIORI, TRAMONTI
E PAESAGGI INCREDIBILI, TI VIENE VOGLIA DI PRENDERE E ANDARE
CON LORO.

I MIEI COMMENTI SONO SUPERFLUI, SONO SOLO PIU' TRANQUILLA PERCHE'
SO CHE STA BENE, ANCHE SE NON SO QUANDO POTREMO VEDERCI O SENTIRCI O
CHATTARE, LA' GLI SPAZI NON HANNO LIMITE E LA CONNESSIONE NON E'
FACILE ACCHIAPPARLA.

AMO MIO FIGLIO DA MORIRE. SONO FELICE CHE ABBIA POTUTO FARE
QUEST'ESPERIENZA IRRIPETIBILE, SO CHE STA BENE E SONO UN PO PIù
TRANQUILLA...

SIAMO GENITORI E ABBIAMO UN PEZZO DI NOI IN GIRO PER L'AUSTRALIA....
LE GAMBE SE NE VANNO DA SOLE E IL CUORE LE SEGUE.
SEMPRE.

Consigli per la mente, gli occhi, il cuore

  • IL PICCOLO AVIATORE - Andrea Scanzi
  • IO & MARLEY - John Grogan
  • IO SPERIAMO CHE ME LA CAVO - Marcello D'orta
  • L'ONDA PERFETTA - Sergio Bambaren
  • LA BIBBIA
  • LA PROFEZIA DI CELESTINO - James Redfield
  • MESSAGGI DAI MAESTRI - Brian Weiss
  • NEL FUOCO - Nicholas Evans
  • RITROVARSI - Rosemary Altea
  • SE SOLO FOSSE VERO - Marc Levy
  • STORYTELLERS - Paola Maugeri, Luca De Gennaro
  • UN'ALTRA OCCASIONE PER VIVERE - Ken Grimwood